ChiaiaToday

"Non si gettano le cartacce nella fioriera": pugno in faccia ad uno dei fondatori di UèCap

L'increscioso episodio di cui è stato vittima Stefano Maria Capocelli è avvenuto a piazza Vittoria, come raccontato a NapoliToday dalla vittima dell'assurda aggressione

Stefano Maria Capocelli aggredito

Brutta esperienza per Stefano Maria Capocelli, cittadino attivo e tra i fondatori dell'associazione Uecap.it. Subito dopo aver parcheggiato lo scooter in piazza Vittoria, ha notato una ragazza mentre riempiva di cartacce, ben custodite nelle proprie tasche, una delle fioriere che delimitano lo spazio adibito alla sosta dei mezzi a due ruote.

“Mi sono rivolto alla giovane - in compagnia del fidanzato - dicendole solamente: scusa, ma ti pare normale quello che hai fatto? Subito dopo il ragazzo mi ha riempito di insulti, colpendomi con un pugno sul viso. La cosa più triste è che tranne una signora gentilissima nessuno mi ha dato ragione, tentando quasi di giustificare l'episodio con frasi del tipo: “Non sai mai con chi hai a che fare” e “Ma che te ne fotte a te?"

"Non mi sento certo un moralizzatore - ha spiegato Capocelli a NapoliToday - ma sono solamente una persona sensibile e appassionata per le sorti di questa città e so benissimo che un episodio del genere sarebbe potuto capitare ovunque, perchè di persone così ne esistono in ogni città.  Ciò che mi brucia maggiormente non sono le ferite che ho riportato, ma il fatto che le persone al posto di lamentarsi dovrebbero essere maggiormente sensibili e pensare al bene della propria città".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento