ChiaiaToday

Polemiche su Baroq, Claudio de Magistris: "Pentito di aver investito. Sto pensando di lasciare"

Botta e risposta tra de Magistris jr e Maurizio Marinella

Proseguono le polemiche sull'allargamento del marciapiede di Baroq, il locale di piazza Vittoria, che vede come socio anche Claudio de Magistris, fratello del sindaco, a discapito dell'eliminazione delle strisce blu.

"Il progetto di cui tanto si parla non è di Claudio de Magistris, che non è neanche formalmente tra i proponenti, ma è un progetto di tanti cittadini, partito tre anni fa quando Baròq era ancora chiuso. Progetto voluto dalla soprintendenza che riguarda una chiesa, una pizzeria, due attività commerciali, due banche e un ampio tratto di piazza Vittoria", spiega in una intervista a Repubblica, Claudio de Magistris. 

Marinella

"Senza la mia presenza non ci sarebbero state queste polemiche. Anzi, si sarebbe detto il contrario: di fronte al degrado di una piazza devono intervenire i privati per fare fronte comune, un po’ come sostiene Marinella per il suo singolo caso. Si sarebbe detto questo. Se dovesse presentare un progetto (Maurizio Marinella) non vedo perché dovrebbe essere bloccato. Personalmente sono stato sempre un fautore di tutto ciò che potesse dare spazio ai pedoni, come la chiusura alle auto del lungomare, delle piazze, e quindi non posso che essere d’accordo di fronte anche a un progetto di Marinella, per quanto riguardi un piccolo tratto di marciapiede", precisa de Magistris jr, dopo l'intervista di Maurizio Marinella, che lamentava di aver visto bocciare il suo progetto di allargamento del marciapiede antistante la storica boutique di cravatte.

Pentimento

Sull'aver investito su Baroq, Claudio de Magistris spiega: "Mi sono pentito perché questa vicenda può danneggiare una persona come Vincenzo Porcini, proponente del progetto, che lavora in piazza Vittoria come Marinella da 30 anni, e ha pensato di trasformare una galleria d’arte in un luogo di cultura e gastronomia. Spiace che tutto questo diventi una questione politica e venga utilizzata a vantaggio delle necessità altrui. Sto pensando di lasciare, ma il progetto è molto stimolante".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco perché il tuo bucato non profuma

  • Tragedia nel centro commerciale, bambino di 5 anni resta mutilato

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Incidente sull'Asse Perimetrale, muore un giovane in scooter

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Si chiamava Pietro e aveva solo 16 anni: è lui la vittima dell'incidente di Casoria

Torna su
NapoliToday è in caricamento