ChiaiaToday

Riapre Cantina di Triunfo dopo il crollo della Riviera di Chiaia

Il ristorante aperto nel 1987 era stato costretto a chiudere dopo il crollo di Palazzo Guevara

Tina Triunfo, fondatrice con il marito Carmine del ristorante in via Riviera di Chiaia 64 a Napoli, nel lontano 1987, riprende possesso dei suoi fornelli dopo un lungo periodo di inattività. La Cantina di Triunfo dopo varie vicissitudini, legate soprattutto alla forzata interruzione dell’attività lavorativa per il crollo di un'ala di Palazzo Guevara a pochi metri dal locale, ha rivisto la luce due anni fa con una significativa ristrutturazione in piena sintonia con l’architettura dello storico Palazzo del ‘600 Mirelli di Teora.

Il ritorno ai classici della cucina napoletana, come il timpano di scammaro - il baccalà in trippa con salsa d’uovo - il prosciutto di maiale in siviero, tutti riconducibili ai dettami del gastronomo dell’800 Ippolito Cavalcanti, sarà una naturale conseguenza del ritorno di Tina nella sua vecchia cucina. “Torno con l’entusiasmo di una ragazzina nonostante le mie 64 primavere, dopo aver speso parte della mia vita in questo ristorante, al quale mi legano bellissimi ricordi personali e professionali - racconta Tina - sarà una grande gioia riprendere il vecchio cammino al fianco di mio figlio Antonio e al socio Gaetano Russo”.

spagh vongole-2

Potrebbe interessarti

  • Ogni quanto bisogna lavare le lenzuola e perché

  • Oleandro: perché bisogna stare molto attenti a questa pianta

  • Formiche: tutti i rimedi per allontanarle di casa

  • Il miglior bartender d'Italia è Salvatore Scamardella

I più letti della settimana

  • Morta sull'Asse mediano: la vittima è Imma Papa

  • Grave incidente sulla Tangenziale di Napoli, morto uno dei due feriti

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 24 al 28 giugno: Diego si mette nei guai

  • Tragico incidente sull'Asse Mediano: morta una donna

  • Grave incidente sulla Tangenziale di Napoli: lunghe code e traffico paralizzato

  • Lutto a Pozzuoli, 33enne si toglie la vita

Torna su
NapoliToday è in caricamento