ChiaiaToday

Incendio via Chiatamone: fiamme partite da asciugacapelli

Accertate le cause della morte di Giovanni Di Lauro: un incendio causato dalle fiamme sprigionate da un asciugacapelli lasciato inavvertitamente acceso sul letto. L'uomo avrebbe tentato di spegnere le fiamme, ma è sarebbe stato sopraffatto dal fumo

Sono state accertati i motivi che hanno portato alla morte di Giovanni Di Lauro, deceduto ieri per un incendio divampato nel suo appartamento in via Chiatamone.

Le fiamme sono nate da un asciugacapelli lasciato inavvertitamente acceso sul letto. Di Lauro, 33 anni, lo stava usando forse per riscaldare il piumone, quando c'è stato un corto circuito. La giacca ha subito preso fuoco. L'uomo è però morto per il fumo.

L'incendio è divampato in un piccolo soppalco: secondo la ricostruzione l'uomo avrebbe tentato di spegnere le fiamme, ma è sarebbe stato sopraffatto dal fumo denso che si era accumulato in quello spazio ristretto. I vigili del fuoco, intervenuti sul posto, hanno escluso che si sia potuto trattare di un incendio di natura dolosa. Non è stata disposta neppure l'autopsia.

A lanciare l'allarme è stata la madre, rimasta illesa perché si trovava in un'altra stanza dell'appartamento. Sul posto anche una squadra del 118 che, però, non ha potuto fare altro che costatare la morte del ragazzo. Durante le operazioni di soccorso è rimasto ferito un pompiere che è stato medicato per una contusione e ha avuto una prognosi di qualche giorno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Ora legale, lancette in avanti di un'ora: la data

Torna su
NapoliToday è in caricamento