ChiaiaToday

La memoria dei vicoli: Ernest Pignon-Ernest (r)incontra Napoli 25 anni dopo

Al termine della conferenza i giornalisti hanno visionato una parte del film “La Pasqua secondo Ernest Pignon- Ernest”, che sarà proiettato in anteprima giovedì 6 marzo all’Institut français di Napoli

Ernest Pignon

Si è tenuta nelle sale dell’Institut français Napoli la conferenza stampa dell’evento “La memoria dei vicoli. Ernest Pignon-Ernest (r) in contra Napoli 25 anni dopo”, che si terrà il 6 marzo alle 18.30 presso lo stesso Istituto, in occasione del 25° anniversario del primo intervento di Ernest Pignon-Ernest a Napoli.

Alla conferenza sono intervenuti: il Console generale di Francia a Napoli e direttore dell’Institut français Napoli Christian Thimonier, che ha espresso tutto il suo entusiasmo per il ritorno di Ernest Pignon-Ernest a Napoli, sottolineando il ruolo centale dell’Istituto “casa aperta, ora come allora, per gli artisti”.

“In questo evento non si tratta” ha concluso il Console - “solo di un omaggio meritato ad Ernest, ma innanzitutto di un’idea di un gruppo ragazzi di talento che si inseriscono in una rete culturale tra Napoli e Parigi”.

Luca Avanzini , coordinatore del collettivo Sikozel, ideatori del progetto e realizzatori del film “La Pasqua secondo Ernest Pignon- Ernest”, che ha spiegato la genesi della manifestazione e del girato.

Ernest Pignon-Ernest ha poi ringraziato, oltre lo staff e gli organizzatori dell’evento, Jean Digne , direttore dell’Istituto dal 1982 al 1989, che con “la sua sensibilità ed intelligenza è stato all’origine dei miei interventi a Napoli”. “All’inizio, quando ho incontrato Luca Avanzini la prima volta” – ha proseguito Ernest – “ero scettico, pensavo che non avrebbero trovato più nulla dei miei lavori, invece il suo film mi ha rivelato quanto le miei immagini siano rimaste nella memoria della popolazione”. “Il lavoro fatto a Napoli” ha concluso Ernest “ è per me quello più importante, quello che è andato al di là di ogni mia aspettativa iniziale. Le mie opere non sono solo semplicemente attaccate al muro, ma dialogano con gli spazi e le persone. ”La conferenza è stata conclusa da Jean Digne, il quale ha ricordato di quando come direttore dell’Institut français, ha voluto rendere l’istituto centro di residenza per gli artisti francesi, tra i quali appunto Ernest Pignon".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al termine della conferenza stampa i giornalisti hanno visionato una parte del film “La Pasqua secondo Ernest Pignon- Ernest” , che sarà proiettato in anteprima giovedì 6 marzo alle 18.30 all’Institut français Napoli. Insieme all’artista hanno poi visitato la mostra di fotografie che Alain Volut ha scattato negli anni ’80, immergendo le opere di Ernest nella vita quotidiana dei napoletani. (La mostra sarà aperta fino al 22 marzo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19. Il Sabato dalle 9.00 – 12.30).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

  • Frecce tricolori a Napoli: le immagini spettacolari

Torna su
NapoliToday è in caricamento