ChiaiaToday

Blitz dell'antimafia, in manette tre imprenditori a Posillipo

i tre fratelli, "animatori" della movida vip partenopea, avrebbero intestato delle proprietà ad alcuni prestanome per metterle al riparo da possibili sequestri. Arrestata anche una quarta persona per estorsione

Antimafia

Tre noti imprenditori partenopei, residenti a Posillipo, sono stati stamane arrestati in un blitz degli uomini della Direzione investigativa antimafia di Napoli.

L'accusa è di trasferimento fraudolento di valori. Secondo gli inquirenti, i tre – fratelli – sarebbero collegati a clan camorristici del centro cittadino. Avrebbero intestato delle proprietà ad alcuni prestanome per metterle al riparo da possibili sequestri. Uno dei tre ha già alle spalle una condanna per camorra.

Nell'ambito dell'inchiesta, condotta dal procuratore aggiunto Filippo Beatrice e dai pm De Falco, Parascandolo e Teresi, è stato arrestato anche un quarto sogetto per estorsione e tentata estorsione. Gli arrestati sono noti come "animatori" della movida vip napoletana. Come risulta dalle loro pagine social, erano pronti a raggiungere Ibiza, per una nuova estate tra volti noti dello spettacolo.

L'operazione degli uomini dell'antimafia prosegue con perquisizioni all'interno delle loro lussose ville con piscina posillipine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento