ChiaiaToday

Baby gang ferisce autista a colpi di melone

Insolita aggressione a colpi di melone a Napoli: vittima un conducente di autobus. Protagonista in negativo una baby gang composta da una quindicina di ragazzini, all'incirca tra i 12 e i 13 anni

Sabato una baby gang ha aggredito un conducente di autobus. I baby criminali si sono distinti per l'uso di un'arma insolita: un melone. Erano circa una quindicina di ragazzini all'incirca tra i 12 e i 13 anni, che si trovavano a bordo di un bus della linea 140 in transito a Posillipo. I giovani avrebbero dapprima cercato di forzare le porte per scendere fuori fermata, all'altezza di Donn'Anna, quindi, una volta scesi, si sarebbero impadroniti di un melone da un vicino fruttivendolo per utilizzarlo come arma all'indirizzo del malacapitato che è stato centrato in pieno volto dal frutto. Sul posto è giunta un'ambulanza del 118 per curare l'autista che ha riportato una ferita al sopracciglio. Il bus è rimasto in strada con inevitabili conseguenze per il traffico. Sull'episodio, e sulla sua esatta dinamica, indagano i carabinieri che hanno raccolto la testimonianza dell'autista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento