ChiaiaToday

Strade "bucate", i residenti di Posillipo si ribellano: raccolta firme e fiaccolata

La popolazione di Posillipo dice basta al degrado e chiede l’immediata ripavimentazione della strada. Venerdì una fiaccolata organizzata dagli abitanti della zona presieduta dal presidente della 1 municipalità Chiosi

p1010535Le condizioni del manto stradale nella zona alta della città sono pessime e sempre più frequenti sono i “rattoppi” che il Comune si trova costretto a fare mentre i cittadini auspicano una vera ripavimentazione.

Svariati i modi, alquanto bizzarri, con cui la popolazione tenta di sopravvivere e di avvisare gli automobilisti dei pericoli imminenti. Cassonetti della raccolta riciclata usati come segnale di pericolo per non far passare i motorini e le autovetture o ancora sedie nel bel mezzo della carreggiata a fare da arredo urbano. Al lato della strada decine di Sampietrini sparsi, alcuni  staccatisi dalla strada, altri spostati dai ragazzi in motorino.

E’ della settimana scorsa l’ultima denuncia da parte di un gruppo di ragazzi di Posillipo i quali hanno però cercato nel social network facebook un mezzo per riunire le voci e il dissenso di coloro che quotidianamente rischiano la vita semplicemente per uscire da casa o per tornarvici. Sono state subito tante le adesioni.

Il presidente della 1 municipalità Chiosi ha dato la sua totale disponibilità dando anche spiegazioni agli interessati sulla questione dei Sanpietrini, amore e odio dei Napoletani, dal grande impatto visivo e tradizionale ma impossibili da continuare a far vivere senza un adeguata manutenzione e pare davvero evidente che il Comune non abbia intenzione di prendersene carico.

Secondo quanto spiegato dal presidente della municipalità la ristrutturazione di via Posillipo dipende esclusivamente dal Comune, facendo parte delle strade principali e quest’ultimo non può però essere denunciato senza che qualcuno abbia ricevuto danno. Può però essere denunciato per omissione rispetto alle richieste di ristrutturazione. Su questo vi è anche una denuncia alla corte dei conti. Il Comune di Napoli spende di più per risarcire i danni degli incidenti causati dalla pavimentazione dissestata che per la manutenzione della pavimentazione stessa.

I residenti si mobilitano, è partita la raccolta firme per chiedere la ripavimentazione asfaltata della strada e questo venerdì sarà lo stesso Presidente Chiosi a presiedere la fiaccolata insieme agli abitanti di Posillipo.

Le foto:

p1010542p1010548p1010549p1010545

 

 

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento