ChiaiaToday

Muore dopo la liposuzione, la denuncia dei familiari del manager

Sessantacinque anni, era responsabile di una casa di prodotti farmaceutici e parafarmaceutici. Dopo l'intervento le complicazioni al fegato: è morto dopo 20 giorni di agonia

Qualche anno fa si aveva cominciato a sottoporsi ad alcuni trattamenti estetici per il viso, poi la liposuzione per questa estate. Gli è stata fatale: l'uomo, 65 anni, è morto dopo circa 20 giorni di agonia. La sua vicenda è raccontata dal Mattino.

Gli venne proposto, in primavera, un "banale" intervento di laserlipolisi per eliminare un po' di pancetta. Un'ora di trattamento per "risultati immediatamente visibili". Il 65enne, manager di una casa di prodotti farmaceutici e parafarmaceutici – con problemi al fegato – acconsentì.

A pochi giorni dall'operazione un'improvvisa forma di ittero. Il medico che aveva praticato l'intervento ne rivendicò la buona riuscita, ma qualcosa non andava per il verso giusto. Da lì il ricovero al Fatebenefratelli, e le condizioni sempre più critiche del paziente. Fino alla diagnosi: "Insufficienza epatica acuta per stato settico da recente intervento di laserlipolisi addominale in paziente affetto da cirrosi epatica Hcv correlata". Sarebbe morto il 14 marzo scorso.

Gli avvocati della famiglia, Paolo e Valerio Minucci, vogliono vederci chiaro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

  • L'Amica Geniale 2, le anticipazioni sugli episodi 3 e 4

  • Coronavirus, è epidemia sulla Diamond Princess: tornano a casa i campani a bordo

Torna su
NapoliToday è in caricamento