homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Chiaia Today

Riqualificazione della Gloriette, struttura confiscata alla Camorra

Il 7 dicembre appuntamento al Centro Sociale di Via Petrarca, con una raccolta fondi organizzata dall'associazione l'Orsa Maggiore, per ristrutturare la piscina del complesso

Gloriette

Sabato 7 dicembre, dalle 10.00 alle 13.00, la Cooperativa partenopea, L'Orsa Maggiore, da anni impegnata a sostegno di giovani fragili e svantaggiati, invita i cittadini presso il Centro Sociale Polivalente La Gloriette, in Via Petrarca 50.

La mattinata sarà destinata alla raccolta fondi per la ristrutturazione e messa in funzione della piscina del complesso. A illustrare l’intervento, per il quale è stato stimato un budget di 7.000,00 euro, sarà l’ing. Filippo Cavuoto insieme alle socie della Cooperativa.

L’appuntamento sarà anche un’occasione per far visitare il complesso di Via Petrarca alle persone intervenute, raccontando la storia di questo bene confiscato alla camorra e restituito alla città grazie al Progetto finanziato da Fondazione con il Sud con il Bando per la Valorizzazione e l’Autosostenibilità dei Beni Confiscati alle Mafie 2010.

Obiettivo de L’Orsa Maggiore era riqualificare la Gloriette, che è ora un luogo vissuto da giovani, una struttura territoriale e diurna in cui adolescenti dai 15 anni, con problemi di scarsa autonomia e lieve disabilità, svolgono attività educative, ludico-ricreative e di socializzazione, migliorando le proprie capacità di relazione e comunicazione. Per far toccare con mano il frutto del loro lavoro, il 7 dicembre i ragazzi saranno presenti insieme alle loro famiglie e allestiranno una mostra con i prodotti realizzati nel laboratorio dell’autonomia.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Terremoto nel Centro Italia, scosse avvertite anche a Napoli

    • Cronaca

      Fca di Pomigliano d'Arco, presidio in tenda per cinque ex operai

    • Cronaca

      A Napoli un passeggero su due non paga il biglietto del bus

    • Cronaca

      Incendi a Napoli e in provincia: colpite le zone di Casoria, Frattammaggiore e il vesuviano

    I più letti della settimana

    • Mergellina, una poiana del deserto per allontanare i piccioni dal locale

    • Tornano a splendere i giardini pensili di Palazzo Reale: terminato il restauro

      Torna su
      NapoliToday è in caricamento