ChiaiaToday

Ecco “Ariaperta”, la fiera di chi ha detto “no” al pizzo

Dal 6 all'8 dicembre 60 stand in piazza del Plebiscito per sostenere imprenditori che si sono ribellati al racket. Promossa dal Fai, avrà come testimonial Leo Gullotta

La locandina

Stimolare nei cittadini il consumo critico, spingendoli a fare acquisti solo dai commercianti che si sono rifiutati di pagare il pizzo. È l'obiettivo di “Ariaperta”, la prima fiera in Italia dei liberi produttori della rete antiracket. Promossa dal Fai, la Federazione delle associazioni antiracket italiane, si svolgerà dal 6 all'8 dicembre in piazza del Plebiscito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per tre giorni, con il testimonial Leo Gullotta, ci saranno 60 stand espositivi di imprenditori che hanno denunciato il pizzo e di commercianti che hanno aderito alle associazioni antiracket del territorio. “L'obiettivo – spiega Tano Grasso, che del Fai è il presidente onorario – è quello di far capire alla gente che spendere in questi negozi significa non foraggiare la criminalità organizzata. Il consumo critico è un fatto di civiltà, deve essere una pratica”. “In venti anni di movimento qualcosa si è fatto – conclude Grasso – e dobbiamo appoggiare questi commercianti che ci hanno messo la faccia a denunciare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

Torna su
NapoliToday è in caricamento