ChiaiaToday

Baby gang alla Villa Comunale: prima la fuga, poi gli arresti in chiesa

Minacciati con un taglierino due minori di Posillipo. Tre membri del branco bloccati dalla polizia mentre sedevano ad un banco vicino al quale, nascosto sotto un organo, c'era il cellulare rapinato poco prima

Facevano parte del branco che ha rapinato due minorenni nella Villa Comunale i due fratelli arrestati dagli agenti del commissariato San Ferdinando. Si tratta di un ventenne e un sedicenne di Arzano. L'accusa: rapina in concorso aggravata e porto illegale di arma impropria.

Il fatto alle 18 di ieri: due minori di Posillipo, rispettivamente di 16 e 14 anni, vengono minacciati con un taglierino e rapinati di quanto avevano addosso dopo essere stati accerchiati da sette ragazzi. A minacciare i due giovani minorenni è stato il ventenne con un taglierino. Un altro complice si è poi impossessato del telefono cellulare di uno dei due minori. Il branco si è poi sciolto dileguandosi in gruppi in diverse direzioni.

Uno di questi, composto dai fratelli e da un terzo ragazzo, è stato però intercettato dai poliziotti i quali, insospettiti, li hanno pedinati lungo Via Santa Maria in Portico. Giunti alla fine della strada, i tre sono entrati in una chiesa. Lì gli agenti li hanno bloccati mentre sedevano ad un banco vicino al quale, nascosto sotto un organo, hanno trovato il telefono cellulare poco prima rapinato.

I fratelli e il terzo complice sono stati identificati dalle vittime nel commissariato. Il maggiorenne è stato portato nella casa circondariale di Poggioreale mentre il minore al centro di prima accoglienza dei Colli Aminei. Il terzo complice è stato invece denunciato a piede libero in attesa di più approfonditi accertamenti sul suo ruolo nel corso della rapina. (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento