ChiaiaToday

Biblioteca Nazionale chiusa per dissesto, sospese le attività

Nei giorni scorsi la caduta di alcuni pezzi di intonaco dalla volta della Sala Prestiti. Rinviati a data da destinarsi le presentazioni di libri e i convegni previsti nelle prossime settimane

Il sito dei Beni Culturali recita così: "Per imprevisti lavori già in corso da parte della Soprintendenza ai Beni Architettonici e legati alla sicurezza dei locali, la Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele III di Napoli resterà temporaneamente chiusa al pubblico. Sono pertanto sospese anche tutte le attività di promozione culturale già programmate". Tutto fermo, dunque. Tutto chiuso.

Al momento non è possibile prevedere quando la Biblioteca riaprirà. La scorsa settimana, infatti, dalla volta della Sala Prestiti sono venuti giù alcuni pezzi di intonaco. A quel punto il direttore Mauro Giancaspro non ha potuto fare altro che sbarrare le porte, avvisare la Soprintendenza e permettere che un'impresa si mettesse subito a lavoro per la spicconatura dei calcinacci ancora in bilico sul soffitto.

Recentemente la struttura era stata tra l'altro protagonista del rifacimento dell'impianto elettrico e antincendio. In questi giorni è comunque atteso un sopralluogo dei tecnici per stabilire innanzitutto la causa del cedimento che non sarebbe stato provocato da infiltrazioni d'acqua. Poi sarà il momento di stabilire gli interventi realmente necessari e urgenti.

Nel frattempo, gli utenti non hanno scelta. L'accesso è proibito, anche perché la Sala Prestiti si trova al centro della struttura, posizione strategica per la richiesta dei volumi da consultare e per le pagine da fotocopiare. Rinviati a data da destinarsi, inoltre, le presentazioni di libri e i convegni previsti nelle prossime settimane.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E non si può non constatare il triste destino dell'edificio, più volte sottoposto a incidenti di varia natura. Come quello del lontano 1943, quando una quarantina di bombe colpirono il Palazzo Reale di Piazza Plebiscito, andando a provocare pesanti danni proprio alla Biblioteca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel napoletano la spiaggia del sesso tra scambisti, la denuncia: "Succede di tutto"

  • Ricetta delle graffe napoletane con impasto a base di patate

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • Tragedia in spiaggia: uomo muore dopo un malore improvviso

  • Sirt, la dieta che fa perdere peso e migliora la salute

  • Maresciallo dei carabinieri si suicida in caserma: "Mi scuso con mia moglie e con l'Arma"

Torna su
NapoliToday è in caricamento