ChiaiaToday

Presunti festini gay, arriva il sostituto del parroco sotto accusa

Don Giuseppe Carmelo gestirà la parrocchia finché non verrà fatta piena luce sulla vicenda

La sospensione, decisa dal Cardinale Crescenzio Sepe, è arrivata ieri. Tocca ora al tribunale ecclesiastico fare luce sulla vicenda di cui è accusato il parroco della chiesa di Santa Maria degli Angeli a Pizzofalcone, cioè la presunta organizzazione di festini gay su Reverendis, chat di incontri per preti e religiosi.

Intanto oggi è arrivato Giuseppe Carmelo, parroco di Santa Lucia a Mare, che gestirà la parrocchia finché non verrà fatta chiarezza sulla vicenda. “Ho trovato una comunità disorientata – ha spiegato all'Ansa – ma bisogna avere fede e pregare, evitando di dare giudizi affrettati e invocando la misericordia di Dio”.

I fedeli, frequentatori della chiesa, si dicono “sconcertati”. Increduli, sospettano “beghe interne” o comunque sottolineano che “fino a prova contraria il parroco è una persona perbene”. La vicenda è nata da una denuncia anonima di incontri a base di sesso, testimonianza resa da un 28enne al Mattino.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Cippo di Sant'Antonio, battaglia tra ragazzini e forze dell'ordine: due feriti

  • Cronaca

    A Chi l'ha visto parla l'altro indagato per l'accoltellamento di Arturo: "Ero al lavoro"

  • Cronaca

    Sfuggì all'arresto: pusher in manette

  • Cronaca

    Trovato morto in casa, Quartieri Spagnoli in lutto per Francesco: "Riposa in pace O' Ninnone"

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni puntate dal 22 al 26 gennaio 2018

  • Luca Abete come Brumotti: “Aggrediti a Secondigliano”

  • Brumotti di Striscia aggredito nel Parco Verde: il video completo

  • Calciomercato Napoli gennaio 2018: trattative, acquisti, cessioni

  • Lutto a Gragnano, morto il “Re del panuozzo” Ciro Mascolo

  • Un Posto al Sole, anticipazioni giorno per giorno dal 15 al 19 gennaio 2018

Torna su
NapoliToday è in caricamento