ChiaiaToday

Galleria Umberto nel degrado, De Giovanni: "Amministrazione peggiore della storia della città"

"Un colpo durissimo per il commercio napoletano e per tutto l'indotto occupazionale"

"La Galleria Umberto versa in stato di degrado ed abbandono vergognoso. Le grandi marche che hanno investito per aprire punti vendita stanno man mano abbandonando il sito monumentale per gravi danni d'immagine. Un colpo durissimo per il commercio napoletano e per tutto l'indotto occupazionale. Non è più tollerabile che un monumento del genere sia ormai il gabinetto istituzionalizzato per i senza tetto che, oltre ai propri bisogni fisiologici, espletano anche tante altre funzioni. Non è più tollerabile che la sera il monumento si trasformi in campo di calcio o, peggio ancora, in pista per le gare con gli scooter". Così il presidente della prima Municipalità Francesco de Giovanni.

"Da anni chiediamo che la Galleria Umberto sia realmente presidiata. Quando per un certo periodo, con il Comandante Sementa, la Galleria è stata presidiata H24, i problemi erano di fatto risolti. Basterebbe poco, applicando i cancelli agli ingressi e predisponendo il controllo continuo. E' purtroppo evidente - conclude de Giovanni, con l'assessore Fabio Chiosi - che non vi è alcuna volontà politica di risolvere il problema, celandosi dietro inverosimili problemi ideologici. Questa amministrazione comunale è la peggiore della storia della città. Purtroppo ci vorranno anni ed anni per riparare i guai che ha provocato a Napoli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Sesso nel cimitero di Acerra: "Senza rispetto in un luogo di dolore"

  • Fedeli afragolesi senza parole: le nuvole formano l'immagine del volto di Gesù

  • Nela e la battaglia contro il cancro: "Quando arriva non ti lascia più. Ho pensato al suicidio"

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento