ChiaiaToday

Delivery e fase 2, il Gambrinus: "Lunedì non riapriremo. Il momento è difficile ma bisogna essere positivi"

"Non abbiamo mai fatto asporto su Napoli e organizzarlo in così poco tempo per noi non è possibile". L'intervista di NapoliToday al signor Antonio Sergio, titolare dello storico Caffè

L'ordinanza 37 della Regione Campania stabilisce la possibilità anche per i bar di effettuare le consegne a domicilio, seppure con orario limitato (con chiusura alle ore 14.00). Molti dei bar interpellati da NapoliToday hanno però chiarito che non riapriranno da lunedì 27 aprile.

L'intervista di NapoliToday al signor Antonio Sergio, titolare dello storico Caffè Gambrinus.

- Il Gambrinus riaprirà il 27 aprile con il servizio delivery?
"No. Non abbiamo le strutture adeguate. Non abbiamo mai fatto asporto su Napoli e organizzarlo in così poco tempo per noi non è possibile. Attendiamo ulteriori decisioni governative anche in questo senso, e magari se ci saranno le condizioni potremmo valutare la possibilità. Il nostro laboratorio rimarrà chiuso per ora".

- Come immaginate la fase che dovrebbe partire dopo il 4 maggio o alla peggio a metà mese?
"Utilizzando molte precauzioni, adottando le distanze di sicurezza e impiegando una buona dose di disinfettanti come d'altronde abbiamo fatto nei giorni precedenti al blocco totale quando ancora le attività come la nostra potevano continuare a lavorare. Avevamo diminuito i posti a sedere sia esternamente sia nella sala interna, avevamo percorsi differenziati per l'ingresso e l'uscita....Certo dovremmo tutti riabituarci a stare con la gente e tra la gente e non parlo solo del lavoro ma mi riferisco alla nostra quotidianità che in questi quasi 2 mesi è profondamente cambiata".

-Quanto sta incidendo il lockdown sulla situazione organizzativa con i vostri dipendenti e sul fatturato?
"Dobbiamo aspettare le direttive governative e ci adegueremo ad esse. Ovviamente cercheremo di mantenere i livelli occupazionali con il numero più alto possibile di dipendenti. Quanto alle perdite prevedo un decremento del 50% del fatturato. Sarà difficile ma siamo un locale storico, punto di riferimento di tanta gente e dobbiamo guardare avanti sempre con positività anche se il momento è davvero difficile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

gambrinus 6-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Magistris: "Se i contagi fossero stati concentrati al Sud ci avrebbero murati vivi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Frecce tricolori a Napoli: le immagini spettacolari

  • Lutto nel mondo della canzone napoletana: addio a Nunzia Marra

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

  • Forti temporali in arrivo, la Protezione Civile dirama l'allerta meteo

Torna su
NapoliToday è in caricamento