ChiaiaToday

La rivolta dei commercianti: "Gli stop alle auto uccidono i negozi"

"Chiudendo le strade al traffico i clienti si trovano impossibilitati a spostarsi con le auto e non riescono a raggiungere i nostri negozi situati al centro": la denuncia a NapoliToday

Negozi chiusi

I commercianti di Chiaia e San Ferdinando, pur comprendendo le ragioni dell’amministrazione comunale, costretta a limitare il traffico cittadino per non incorrere in sanzioni da parte dell’Ue, a causa dei continui sforamenti delle centraline che misurano i livelli di inquinamento in città, si dicono stufi di dover sempre essere loro a pagare per tali provvedimenti.

Il malessere piuttosto diffuso è ben racchiuso nelle dichiarazioni rilasciate a NapoliToday da Maurizio Langella titolare de “La bottega del mobile”: “Chiudendo le strade al traffico i nostri clienti si trovano impossibilitati a spostarsi con le auto e non riescono a raggiungere i nostri negozi situati al centro e ormai optano sempre di più per i centri commerciali, che si trovano fuori dalla città. Già paghiamo affitti molto alti e persiste una penuria incredibile di parcheggi. Così molti negozi storici rischiano di fallire e non è giusto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Per i bambini campani picco di influenza: la raccomandazione dei pediatri

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Boato in un appartamento, esplode bombola: ferito 30enne

Torna su
NapoliToday è in caricamento