ChiaiaToday

Bufera San Carlo, il sindaco assicura: "Gli stipendi saranno pagati"

Tensioni negli ultimi giorni, poi la tregua. De Magistris è intervenuto ad una riunione con gli stessi lavoratori e i delegati dei sindacati confederali e delle Rsu

Teatro San Carlo

Anche il San Carlo è alle prese con ritardi nei pagamenti degli stipendi. Il sindaco Luigi de Magistris ha dovuto farsi carico quindi in prima persona della situazione dei lavoratori del teatro intervenendo ad una riunione con gli stessi lavoratori e i delegati dei sindacati confederali e delle Rsu.

Il primo cittadino ha voluto rassicurare le lavoratrici e i lavoratori "circa il pagamento dello stipendio di luglio nella sua interezza, dunque comprensivo del 25 per cento di integrativo previsto" specificando inoltre che "le tensioni di questi ultimi due giorni si sarebbero potute evitare tenendo conto che la legge in materia è chiara e che il bilancio della Fondazione risulta in attivo".

L'intervento del sindaco ha fatto scattare quindi una tregua tra i lavoratori: i quattrocento dipendenti del teatro, pur restando in agitazione, hanno incassato l'assicurazione che lo stipendio di luglio sarà erogato con l'integrativo e che la questione della loro retribuzione sarà all'ordine del giorno di una riunione monotematica del consiglio di amministrazione convocata per domattina alle 8,30.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento