ChiaiaToday

Spari contro le vetrate del teatro di Eduardo De Filippo

Gli inquirenti indagano se si tratti di un gesto intimidatorio oppure di un semplice ma ancora più inquietante tiro al bersaglio contro uno dei simboli di Napoli

Teatro San Ferdinando

Sono stati esplosi alcuni spari contro le vetrate e l'ingresso del teatro San Ferdinando, che fu di Eduardo De Filippo. Il fatto è avvenuto alcuni giorni fa durante la notte, ma è stato comunicato solamente oggi dal Mattino.

Gli inquirenti indagano se si tratti di un gesto intimidatorio oppure di un semplice, ma ancora più inquietante forse, tiro al bersaglio contro uno dei simboli di Napoli, fatto probabilmente per ignoranza o per gioco.

Gli spari sono stati esplosi presumibilmente da una Calibro 38, secondo i rilievi balistici, che hanno provocato due fori ancora ben visibili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavatrice: gli errori che non sai di commettere, ma che paghi in bolletta

  • Torna l'ora solare: lancette indietro di un'ora

  • Gianluca Manzieri: "Ho dovuto trovare la forza e il coraggio per affrontare il male e per sconfiggerlo"

  • Giuseppe Vesi: "Non ci sono scuse per quello che ho fatto. Ora non esco di casa perchè ho paura"

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - A centrocampo può restare Palmiero: "Decidono Gattuso e Giuntoli"

  • Improvviso (e imprevisto) temporale su Napoli: tregua dall'afa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento