ChiaiaToday

Troisi, grande successo per "Non ci resta che piangere" al Metropolitan

Lunga fila per assistere alla proiezione gratuita del film in cui il grande attore è protagonista insieme a Benigni. Borrelli: "Presenti tantissimi giovani. Quando è morto Troisi, non erano ancora nati"

Foto Borrelli e Simioli

Lunghissima la fila di persone che ieri hanno atteso di entrare al Cinema Metropolitan per assistere alla proiezione gratuita di "Non ci Resta che piangere", proposta per ricordare il grande Massimo Troisi nel ventennale dalla sua scomparsa e a trent'anni dall'uscita nelle sale della pellicola in cui Troisi è protagonista insieme a Benigni.

L'iniziativa è stata promossa dalla Radiazza di Radio Marte insieme al cinema di via Chiaia. A volerla, Gianni Simioli, Francesco Emilio Borrelli, Mario Pelliccia e Vincenzo D’Aniello, grazie all'imprenditore Francesco Caccavale che ha messo a disposizione le sale.

Un grande successo di pubblico, a testimonianza della grandezza e della genialità di Troisi. Una comicità profonda, intelligente e sempre attuale. "C'erano anche tantissimi giovani che quando è morto il grande attore e regista di San Giorgio a Cremano non erano ancora nati" ha commentato Francesco Emilio Borrelli

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Auto in fiamme sulla variante: traffico in tilt

  • Incidenti stradali

    Tangenziale, tir si ribalta: code per 7 km

  • Cronaca

    Trovata la nuova arma della camorra: la pistola a penna

  • Attualità

    Furiosa lite tra Germano Bellavia e Cruciani. Poi le scuse

I più letti della settimana

  • Tina Colombo non è più incinta: "Purtroppo ho perso il bambino"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 20 al 24 maggio

  • Si lancia dal ponte della tangenziale e muore a piazza Ottocalli

  • Tangenziale, tir si ribalta: code per 7 km

  • Incidente stradale sull'Asse Mediano, distrutte tre automobili

  • Dramma in strada: ragazzo muore davanti agli occhi dei passanti

Torna su
NapoliToday è in caricamento